Skip to content


TESTIMONIANZE DA MANDURIA: INIZIATIVA E CENA SOCIALE

“…OVUNQUE UNO SFRUTTATO SI RIBELLI

NOI TROVEREMO SCHIERE DI FRATELLI…”

Primavera 2011: In seguito alle rivolte contro le dittature che hanno infiammato il Mediterraneo ed alle tragiche conseguenze della guerra in Libia, migliaia di giovani approdano in Italia alla ricerca di una vita migliore, ma viene impedito loro persino il transito verso i vari paesi europei. Sono imprigionati e chiusi nei CIE esistenti o nei campi profughi allestiti in fretta e furia, come a Manduria, in Puglia. Sopraffazioni, violenze, negazioni dei diritti fondamentali da parte di forze dell’ordine: questa la quotidianità di chi aspetta per mesi il permesso di soggiorno o il riconoscimento dello status di profugo. Questa è la tanto decantata legalità.

Estate 2011: dopo mesi la situazione è ancora irrisolta. La carcerazione immotivata alimenta esclusivamente l’esibizione razzista di controllo dello straniero, mantiene pretestuosamente una situazione di emergenza da gestire con militarizzazione, segregazione e brutalità. In Puglia, come ovunque, si moltiplicano fughe e proteste da parte degli immigrati; nel centro richiedenti asilo di Bari Palese esplode la rivolta.

Il governo vara misure pesantissime per i lavoratori, colpiti nei salari, nei diritti, nell’identità. La politica razzista diventa ancora più strategica; il razzismo resta uno dei pochi elementi in grado di dividere una massa pressoché indistinta di sfruttati, di impedire che si sviluppi solidarietà generalizzata.

SABATO 27 AGOSTO

presso FEDERAZIONE ANARCHICA LIVORNESE,
Via degli Asili 33

ore 20.30 CENA SOCIALE

ore 22 TESTIMONIANZE DA MANDURIA

Primavera 2011, report di un’esperienza diretta.

Proiezione di video e foto a cura di Irene, autrice dei resoconti su Umanità Nova

(per info e prenotazioni cena: 3331091165/3339861219)

Federazione Anarchica Livornese – F.A.I.

Collettivo Anarchico Libertario

Posted in Anarchismo, Antimilitarismo, Antirazzismo, Carcere, Generale, Iniziative, Internazionale, Lavoro, Repressione.

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.