Skip to content


27 gennaio sciopero generale: da Livorno a Roma in pullman.

riceviamo e pubblichiamo:

 

L’USB e l’UNICOBAS, insieme a Orsa – SlaiCobas –  Snater – SiCobas – Usi, hanno indetto lo sciopero generale per l’intera giornata del 27 gennaio con grande manifestazione nazionale a Roma (concentramento piazza della Repubblica ore 9,30).
Uno sciopero che si rivolge a tutti i lavoratori del pubblico e del privato e che intende coinvolgere in una manifestazione nazionale che si svolgerà a Roma nella stessa giornata anche i pensionati, i disoccupati, i migranti e tutti coloro che intendono protestare contro le politiche del governo Monti.
Questo governo falsamente definito “tecnico”  è in realtà un “governo politico” che rappresenta gli interessi delle banche, della finanza internazionale e dei padroncini nostrani  e che, nell’ottica neoliberista, vuole eliminare tutte le conquiste ottenute dai lavoratori e riportarci ai tempi del padrone delle ferriere.
Infatti questo governo non solo ha confermato tutti i provvedimenti del suo predecessore Berlusconi ma ha continuato l’assalto intervenendo disastrosamente su pensioni, IVA, casa, servizi, welfare e potere d’acquisto dei salari. Neanche l’ombra di una patrimoniale che toccasse i grandi capitali e patrimoni, mentre viene riconfermata la spesa per l’acquisto di 29 miliardi di cacciabombardieri F 35 ed elicotteri da combattimento (un importo equivalente a quello della manovra montiana).
Il primo stadio della manovra del governo Monti è compiuto, è stata approvata con  il consenso di un’ampia e articolata maggioranza parlamentare, favorevole a far pagare a chi ha sempre pagato il costo di una crisi che ha prodotto e continua a produrre profitti a padroni, banche, speculatori e finanza internazionale.
A questa prima manovra che recepisce in pieno le direttive della BCE e dell’Unione Europea seguirà nei prossimi giorni la seconda fase, centrata sul mercato del lavoro e sulle nuove misure in tema di flessibilità in uscita; si tratta insomma della modifica dell’art.18 e della libertà di licenziare, richiesta a gran voce dalla Confindustria con il consenso non solo della destra, più o meno moderata, ma perfino da settori non marginali del centro sinistra.
È ora di dire NO e di ribellarsi
− Ti riducono il potere d’acquisto
− Ti fanno pagare le tasse sulla prima casa
− Ti aumentano l’IVA, l’Irpef locale, i ticket sanitari e le accise sulla benzina
− Ti allungano l’età pensionabile
− Il nuovo Governo non farà nulla per modificare le controriforme della Scuola e dell’Università.
− Ti prendono in giro dicendoti che sei un privilegiato perché ti è rimasto ancora un salario e qualche diritto sul posto di lavoro, perché non possono licenziarti senza un valido motivo e ti promettono con feroce e inaudita strumentalità che tuo figlio troverà sicuramente un lavoro se permetterai al tuo padrone di poterti licenziare con più facilità.
− Ti raccontano che Cgil, Cisl e Uil stanno opponendosi alle manovre del governo Monti e vogliono farti dimenticare che il 28 giugno 2011 hanno sottoscritto un accordo con Confindustria che ha “autorizzato” il governo Berlusconi ad approvare il famigerato art. 8 che distrugge diritti e contratto nazionale.
− Ti vogliono convincere che questo è un governo tecnico, serio, che è nato per “salvare l’Italia” mentre le misure adottate da Monti sono in perfetta continuità con quelle di Berlusconi e ci porteranno alle stesse condizioni della Grecia.

IL 27 GENNAIO SCIOPERIAMO e MANIFESTIAMO CONTRO TUTTO QUESTO !

Prenotazione pulman – partenza per Roma da piazza Stazione FS di Livorno ore 3,15
rientro ore 19,30 – costo biglietto € 10,00 A/R. tel. 0586 210116 oppure 3356825103

CIB UNICOBAS LIVORNO                                                                      USB LIVORNO

Posted in Generale, Iniziative, Lavoro.

Tagged with , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.