Skip to content


INIZIATIVA-DIBATTITO: SOLIDARIETA’ CON IL MOVIMENTO NO MUOS

immagine_no_muos-400x3251_002

Venerdì 29 novembre
presso la Federazione Anarchica Livornese
in Via degli Asili 33

ore 17:30
iniziativa/dibattito

Solidarietà con il movimento No-Muos
Interverrà il compagno Pippo Gurrieri, della Federazione Anarchica Siciliana, attivo nel Coordinamento NO-MUOS.

ore 20:30
apericena

a seguire
proiezione del video: “Come il fuoco sotto la brace”
sull’esperienza del movimento NO-MUOS a Niscemi

SOLIDARIETA’ AL MOVIMENTO NO MUOS!
Gli anarchici sostengono la lotta contro il MUOS

Il MUOS è un nuovo sistema satellitare di comunicazioni, sviluppato dal Dipartimento della Difesa statunitense, che servirà al collegamento di forze militari USA terrestri, aeree e navali in ogni parte del mondo. Il progetto prevede il lancio di quattro satelliti e la costruzione di quattro basi a terra, una di queste a Niscemi, in Sicilia. Da mesi un ampio movimento popolare porta avanti con decisione la lotta contro questa ennesima base di guerra.

La costruzione del trasmettitore, da parte della Marina USA, devasta un parco naturale, mentre l’eventuale attività del trasmettitore aumenterà il livello di emissioni elettromagnetiche estremamente nocive per la salute.

La costruzione di questo terminale confermerebbe ancora il ruolo della Sicilia come colonia militare e come nodo strategico per gli interventi di aggressione nel mediterraneo, come del resto già avviene da tempo con le numerose basi statunitensi, Sigonella e Augusta in testa, e con l’aeroporto militare di Trapani Birgi. La base MUOS porterà guerra, inquinamento e danni alla salute, militarizzazione del territorio e repressione, più soldi e potere alla mafia.

No al militarismo!

Sostenere il movimento No MUOS significa anche rilanciare la lotta contro il militarismo, la lotta per la riconversione dell’industria bellica, contro le spese militari, contro ogni guerra, contro le nuove installazioni militari. Significa lottare contro le politiche che attaccano la libertà e le condizioni di vita e di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori. La militarizzazione è lo strumento usato dal governo per imporre le politiche di austerità, la repressione dei movimenti di lotta passa ormai anche dall’impiego dell’esercito, come nel caso della Val di Susa, dove centinaia di soldati, assieme alle forze dell’ordine, occupano la valle in cui da vent’anni la popolazione si oppone alla costruzione della TAV.

I governanti si arrogano il diritto di decidere sulle nostre vite e sull’ambiente in cui viviamo: dal Nord al Sud, il movimento No TAV ed il movimento No MUOS ci mostrano come l’azione diretta e l’autorganizzazione delle popolazioni siano gli unici strumenti per fermare la devastazione ambientale ed i piani di guerra!

Collettivo Anarchico Libertario
Federazione Anarchica Livornese

Posted in Anarchismo, Antimilitarismo, Generale, Iniziative, Nocività-Salute.

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.