Skip to content


OVUNQUE KOBANÊ, OVUNQUE RESISTENZA! PRESIDIO MERCOLEDI 22

MERCOLEDÌ 22 OTTOBRE ORE 17:30

PRESIDIO IN PIAZZA GRANDE

 

OVUNQUE KOBANÊ, OVUNQUE RESISTENZA!

La lotta delle popolazioni della Rojava, il Kurdistan occidentale in territorio siriano, ha dato vita a forme di sperimentazione più o meno ampie di autogoverno territoriale e di superamento dell’oppressione della donna che possono preludere ad un più vasto cambiamento sociale.

Per questo la città di Kobanê, nella Rojava, è sotto assedio ormai da un mese. Da una parte è assediata dalle milizie dello Stato Islamico (ISIS), forza reazionaria che mira ad instaurare un regime autoritario e oscurantista, dall’altra il governo turco ha schierato l’esercito al confine con la Rojava, impedendo il passaggio dei profughi e degli aiuti, lasciando però passare i combattenti dello Stato Islamico.

Esprimiamo sostegno e solidarietà alle popolazioni della Rojava e alla loro lotta.

Una solidarietà ed un sostegno che va innanzitutto alle componenti libertarie di questa lotta e che non può passare per un intervento militare delle potenze mondiali e regionali. Tali potenze hanno infatti mostrato di essere ostili alle popolazioni della regione ed alle loro istanze di emancipazione e libertà, per questo ci opponiamo a qualunque intervento militare da parte delle potenze che hanno mire imperialiste ed espansioniste nella regione.

In Turchia un’ampia mobilitazione in solidarietà alla resistenza di Kobanê ha assunto per alcuni giorni, tra il 6 ed il 9 ottobre, carattere insurrezionale. Questo ha mostrato come la forza della mobilitazione di massa possa interferire contro le strategie imperialiste. Le manifestazioni infatti hanno preso di mira in molte città i municipi, i palazzi governativi, ed in generale gli edifici pubblici e tutto ciò che rappresenta in Turchia il potere statale. Una vera e propria rivolta che non solo ha smascherato il ruolo del governo turco nel sostenere lo Stato Islamico, ma che ha fatto emergere il carattere politico dello scontro in atto a Kobanê.

Sono migliaia le persone che da settimane sono accorse al confine tra la Turchia e la Rojava per sostenere la popolazione di Kobanê, tra questi anche numerosi gruppi della sinistra rivoluzionaria ed anarchici. Appoggiamo gli anarchici che, come il gruppo DAF, stanno praticando la solidarietà attraverso l’azione diretta e stanno diffondendo in quelle regioni le idee e le pratiche anarchiche. Affinché prosegua l’esperimento di autogoverno nella Rojava e, con l’abolizione della proprietà privata e dello Stato, si apra la strada alla Rivoluzione Sociale.

È fondamentale sviluppare una campagna di informazione sulle dinamiche in corso, che spesso vengono del tutto nascoste e distorte dai media mainstream. Facciamo appello a tutte le compagne ed i compagni, a mobilitarsi in solidarietà all’esperienza delle popolazioni dei cantoni della Rojava. Un obiettivo di questa mobilitazione deve essere l’apertura delle frontiere intorno alla Rojava.

MERCOLEDÌ 22 OTTOBRE ORE 17:30

PRESIDIO IN PIAZZA GRANDE

Biji Berxwedana Kobanê!

Collettivo Anarchico Libertario – collettivoanarchico.noblogs.org – collettivoanarchico@hotmail.it

Federazione Anarchica Livornese – cdcfedanarchicalivornese@virgilio.it

kawadehakbanner

Posted in Anarchismo, Generale, Iniziative, Internazionale.

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.