Skip to content


Contro la stretta autoritaria

In seguito alle numerose denunce che nelle scorse settimane hanno raggiunto studenti, lavoratori, compagne e compagni è necessario intervenire nuovamente contro il grave attacco alla libertà di espressione e manifestazione in corso nella nostra città. Di nuovo ci troviamo di fronte a veri e propri atti repressivi che hanno la funzione di colpire, in base a semplici pretesti, chi lotta, chi partecipa attivamente alle mobilitazioni, chi si impegna per creare solidarietà.

Questi provvedimenti, relativi principalmente a manifestazioni studentesche e sindacali, costituiscono un attacco al dissenso politico e sociale.

Questa grave situazione non è circoscritta a Livorno.

La repressione infatti colpisce ovunque e dipende non solo dall’iniziativa delle questure e delle procure, ma soprattutto dalle scelte di chi governa.

Una manovra finanziara devastante per gli sfruttati, il tentativo di cancellare il Primo Maggio, l’inasprimento delle leggi razziste, la repressione dei movimenti e la criminalizzazione di chi lotta. Ci troviamo di fronte ad una stretta autoritaria alla quale è possibile rispondere solo stringendo le maglie della solidarietà e rilanciando le mobilitazioni.

 

Collettivo Anarchico Libertario

collettivoanarchico@hotmail.it

http://collettivoanarchico.noblogs.org

 

Posted in Anarchismo, Antimilitarismo, Generale, Lavoro, Repressione, Scuola/Università.

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.