Skip to content


CON LA ROJAVA LIBERA, CON L’AUTORGANIZZAZIONE KURDA

kobane1

COMUNICATO
L’assemblea di Anarchici Toscani, riunitasi a Firenze in data 25 ottobre 2015 ha deciso di aderire alla manifestazione di solidarietà con il popolo kurdo organizzata per il giorno sabato 31 ottobre a Firenze dalla Comunità Kurda e dalle reti di solidarietà.
Gli Anarchici Toscani saranno presenti in maniera organizzata al corteo che partirà da Piazza Santa Maria Novella alle ore 15,30 di sabato ed invitano tutti i compagni anarchici e libertari della Toscana a partecipare, dando vita con noi ad uno spezzone rosso-nero all’interno del corteo stesso.

L’Assemblea di Anarchici Toscani

Di seguito il testo del volantino che sarà distribuito

CON LA ROJAVA LIBERA, CON L’AUTORGANIZZAZIONE KURDA

Un anno fa, come in molte altre città, anche a Firenze si manifestava per sostenere Kobanê, la città che si trova a pochi chilometri dalla Turchia in Rojava, il Kurdistan occidentale in territorio siriano. La città allora era stretta sotto l’assedio da un lato delle truppe fasciste dello Stato Islamico e dall’altro dei soldati e dei carri armati dello Stato turco.

Gli Stati che assediavano Kobanê volevano distruggere un esempio di libertà, un’alternativa di autogoverno dal basso sviluppata dal movimento curdo assieme ai popoli della regione e basata su democrazia radicale, femminismo ed ecologismo. Un processo plurale in cui sono presenti attivamente, a fianco delle altre correnti rivoluzionarie, anche gli anarchici. Un processo rivoluzionario, iniziato nel 2012 che rappresenta un pericolo per le potenze regionali e mondiali.

Oggi grazie alla resistenza condotta dalle forze di autodifesa popolare YPG e YPJ la città di Kobanê è libera. La città, completamente distrutta dopo 4 mesi di assedio, si sta ripopolando e sta iniziando la ricostruzione. Ricostruire Kobanê significa ricostruire la società su nuove basi, ricostruire la vita. Sostenere oggi la ricostruzione di Kobanê significa quindi sostenere la rivoluzione sia nella Rojava, sia in Anatolia.

Lo Stato turco cerca con ogni mezzo di fermare i rivoluzionari, arrivando a scatenare una guerra entro i propri confini contro le opposizioni e l’intera popolazione. Città, villaggi e quartieri hanno dichiarato l’autogoverno anche nel territorio turco, per reagire alla repressione e per estendere il processo rivoluzionario. Il governo turco ha risposto con i carri armati, i cecchini, con il bombardamento delle case delle città ribelli e contro le postazioni del PKK.
Ha risposto il terrorismo: l’attentato di Amed (Diyarbakir) che ha colpito un comizio del Partito Democratico dei Popoli (HDP) nel giugno scorso; le bombe di luglio a Suruci (in cui sono stati uccisi anche 5 giovanissimi compagni anarchici), che hanno voluto colpire i giovani della sinistra rivoluzionaria turca; le bombe di Ankara lo scorso 10 ottobre contro una manifestazione sindacale, per colpire l’intera opposizione e il movimento sindacale, provocando centinaia di feriti e 128 morti, tra cui anche i nostri compagni Ali Kitapçi, ferroviere e anarcosindacalista di Ankara e Tayfun Benol, sindacalista e militante del gruppo anarchico DAF di Istanbul.

Questa politica di terrore condotta dallo Stato turco contro i rivoluzionari e contro la popolazione è sostenuta dalla NATO, che ha affermato di sostenere la lotta del governo turco “contro il terrorismo”. Le potenze mondiali e regionali che intervengono militarmente nell’area, dalla Russia agli Stati Uniti, dalla Francia alla Cina, si stanno scontrando per spartirsi la Siria e tutto il Medio Oriente, ma sono tutti d’accordo nel combattere la rivoluzione della Rojava. Il governo italiano guidato da Renzi che già interviene in Iraq con i ricognitori, sta valutando anche operazioni di bombardamento.

CONTRO IL TERRORISMO DELLO STATO TURCO!

CONTRO LA GUERRA CONDOTTA DALLA NATO E DALLE ALTRE POTENZE PER SPARTIRSI IL MEDIO ORIENTE!

SOSTENIAMO LA RIVOLUZIONE DELLA ROJAVA, PER UNA SOCIETA’ LIBERA E AUTOGESTITA!

SOSTENIAMO LA LOTTA PER LA LIBERAZIONE DI TUTTI GLI SFRUTTATI IN ANATOLIA E MESOPOTAMIA!

Anarchici Toscani

Posted in Anarchismo, Antimilitarismo, Generale, Iniziative, Internazionale.

Tagged with , , , , , , , , , , , , , , , .


No Responses (yet)

Stay in touch with the conversation, subscribe to the RSS feed for comments on this post.



Some HTML is OK

or, reply to this post via trackback.